Monday, January 26, 2009

Anteprime pagliarose

Ciao a tutti, oggi vi voglio mostrare alcune piccole anteprime delle mie storie che troverete sul prossimo numero del Vernacoliere.
Dunque, dopo il piccolo incidente di percorso, torna Samanza con una storia dal titolo: "la Marescialla porcellona" che vede la nostra musa ispiratrice della nuova sinistra italiana, impegnata a donare forza e coraggio con la sua topa comunista, al mitico Roberto Saviano.




A seguire troverete la nuova Storia Partigiana dal titolo:
"i tedesconi".
Anche in questa storia ho usato i bambini per raccontare gli orrori della guerra, ma a differenza delle altre storie il risultato finale mi ha lasciato molti dubbi; dubbi su cui non ho potuto ragionare a causa della stanchezza che ormai inizia a farsi sentire dopo un anno passato a disegnare senza sosta.
Mi sono fidato quindi del giudizio dei miei amici e collaboratori che l'hanno trovata bella e qualcuno addirittura l'ha giudicata la migliore di sempre.
fatemi sapere.
ciao

8 comments:

Lele Corvi said...

già mi piace !

Mastro Pagliaro said...

Grazie Lele, speriamo che piacerà anche ai tanti lettori del vernacoliere...

Lele credo che siamo gli unici che non sono andati al festival di angouleme...
io quest'anno ho preferito restare a casina per finire il fumettone, per i nuovi progetti me la giocherò via mail come sempre, almeno se va male non c'ho speso dei soldi.
ciao

Marco "Bamba" Zorzan said...

Grande te, ma soprattutto grande il Vernacoliere.......ci aggrata la visione delle di lei opere!!!!!:)

Mastro Pagliaro said...

Marco che Samanza ti doni forza e serenità!
ciao

Lele Corvi said...

si deve creare un festival parallelo in Italia...per quelli che per vari motivi non possono andare ad angouleme.

Mastro Pagliaro said...

sarebbe interessante, il punto è che io non posso muovermi da firenze perché sono inchiodato al tavolo da disegno, ma ancora per un altro mese e poi potrò prendermi un pò di riposo per poter ricaricare le batterie....sono a pezzi!
ciao

Marco said...

Mai ricevuto così tanto da una sola pagina. E' sicuramente la migliore di sempre, mi ha veramente commosso. Sei davvero un grande artista

Mastro Pagliaro said...

Marco che dire...grazie
ciao